< visto
Vittime / Victims (parziale/partial)   Ricerca / Search

Link and support

The World Trade Memorial

The World Trade Center register

The Atrocity (Flash work)

Rhizome, NYC - 9,11

Call 1 800 GIVE LIFE to Help!

Quando la storia si presenta come un film - A. Baricco

Disinformazione / Misinformation

Leggende metropolitane / Urban Legends

virtual reality tour in WTC   Windows on the world Restaurant | come era | il panorama
The Greatest Bar on Heart <
Lista delle compagnie nel WTC / List of the companies in WTC

Se è guerra...

Non ho niente da dire sulla grandezza del disastro accaduto in America:
credo che le immagini che ci raggiungono quotidianamente parlino da sole
e, come al solito, stanno superando di gran lunga qualsiasi immaginazione passata.
Incredibile e ingiustificabile allo stesso tempo, altrimenti dovremmo ridiscutere di personaggi quali Karazich, Hitler ecc...

E' solo un punto di riflessione quello che vi propongo, senza facili soluzioni di immediato consumo.
Legato proprio al fatto che (posso garantire per esperienza personale)
mai come in tempo di guerra, i media hanno una importanza fondamentale:
è obbiettivo primario ottenere dei precisi schieramenti di opinione.

Ho la sensazione che mancando una informazione reale su ciò che accade al di fuori del mondo occidentale,
si tenda a distinguerlo dalle nazioni legate a forme di civiltà "retrograde"
costituendo una "umanità di prima categoria"(indegna di morire) e una "umanità di seconda categoria"(degna di morire).
Viceversa per loro, devo dedurne.

Mi auguro quindi che, in questo prospettato scenario di guerra, si possa continuare a coltivare la capacità di distinguere
la "propaganda" dalla "informazione", nella stessa misura in cui distinguiamo
"giustizia" da "genocidio".

Infine proprio perchè siamo società capitalistiche,
proprio perchè si parla di World Trade Center e indici di Borsa,
voglio citarvi una osservazione di Enrico Ghezzi:

L'unica cosa che non si è mai fermata in questi giorni è la pubblicità.
E' questo il vero orrore:
questo continuo sorridere e promettere un futuro migliore
quando tutto si è fermato.

kid koma, 16-09-2001, dlsan